Esercizi Per Allungare Il Pene

Lo sapevi che esistono degli esercizi per allungare il pene?

C’è molta confusione e scetticismo riguardo a questo argomento, tuttavia milioni di uomini in tutto il mondo possono affermare con assoluta certezza che l’allungamento del pene è possibile, senza il bisogno di ricorrere a rischiose operazioni chirurgiche o a fantomatiche pillole o sviluppatori per il pene, a patto però che si conoscano gli esercizi giusti. L’allenamento viene adattato alle caratteristiche del pene e richiede perseveranza, costanza e pazienza.

Andiamo dunque a presentare una panoramica su quali sono i migliori esercizi per allungare il pene:

Iniziamo con gli esercizi di Kegel, contrazioni volontarie che permettono di sviluppare i muscoli del pavimento pelvico. Non aumentano in modo diretto le dimensioni del pene, ma migliorano tutti gli aspetti che ruotano intorno alla sessualità, come una maggiore capacità di controllare l’orgasmo. Eseguire una serie di dieci esercizi per tre volte al giorno, tutti i giorni. Proseguiamo con lo jelqing, esercizio manuale che ha lo scopo di aumentare la lunghezza e lo spessore del pene forzandone grandi quantità di sangue e aumentandone la pressione interna. Si consiglia di effettuare lo jelqing una sola volta al giorno per cinque volte alla settimana, intervallati da due giorni di riposo.

Gli esercizi di stretching sono quelli che garantiscono i migliori risultati.

Infatti, una corretta esecuzione estenderà la muscolatura liscia del pene e, con il tempo, ne permetterà un graduale allungamento. Questo perchè metà del pene si trova all’interno del corpo e manipolando manualmente i suoi legamenti si riesce ad avere più pene all’esterno del corpo. Gli esercizi di stretching vanno fatti sia con il pene flaccido, sia con il pene eretto. Si consiglia di ripetere ogni esercizio di stretching per tre volte al giorno per cinque volte a settimana, intervallati da due giorni di riposo.

Tutti gli esercizi per allungare il pene fin qui menzionati vanno eseguiti in modo dolce e delicato e non devono assolutamente provocare fastidio o dolore di alcun tipo.

Inoltre, è vivamente consigliato l’uso di un lubrificante. Ovviamente è scontato dire che i miglioramenti si noteranno maggiormente in stato di erezione del pene e per notare i primi risultati sono richiesti almeno due mesi di allenamento continuo. Queste tre categorie di esercizi, oltre a stimolare la crescita del pene, permettono di correggere il pene curvo, inestetismo presente in circa un uomo su tre e che in alcuni casi risulta molto fastidioso. Ecco dunque una panoramica sui migliori esercizi per allungare il pene che offrono risultati garantiti.

Cerca